Firenze, Sabato 21 Luglio 2018
Viola Planet
ChatViola
Username
Password
Registrati | Entra in Chat
ViolaPlanet.com

Jun 29, 2008 ore 08:13:48
inserita da Raffaella Bon

dBenvenuti a Pleasantville, il posto dove tutto è come dovrebbe essere. A Michel Platini questo Europeo è piaciuto da pazzi. «La cosa migliore? L'atmosfera della manifestazione, le fan zone, i tifosi olandesi, portoghesi, tutti i tifosi. La cosa peggiore? Non mi ricordo cose brutte. Persino le domande dei giornalisti sono state belle. Siete davanti a un presidente felice. E poi a me piace vedere il bicchiere mezzo pieno».
2012 Lo vede mezzo pieno, il presidente Uefa, anche se pensa a Ucraina e Polonia: tempestato di domande dai cronisti dell'est, Platini ripete che la Uefa farà di tutto per lasciare organizzare l'Europeo alle nazioni che ha scelto. «Avere gli stadi nelle capitali è fondamentale: niente stadi a Kiev e Varsavia, niente torneo. Andremo a vedere come stanno le cose fra pochi giorni, il 2 e 3 luglio. E a settembre, all'esecutivo di Bordeaux, decideremo. Non abbiamo nessun piano B. Le chiacchiere sull'assegnazione ad altri Paesi non arrivano dalla Uefa».
Comportamenti A settembre bisognerà decidere anche se allargare a 24 squadre l'Euro 2016. In questi giorni, invece, si stabilirà se ripetere l'esperimento di mostrare in diretta i replay di azioni controverse.
«Qualcuno dice che potrebbe incrementare comportamenti violenti. Ci consulteremo con la commissione arbitrale, ma la moviola in campo non l'avremo mai: sarebbe la morte del calcio». A proposito di comportamenti violenti, Platini e i suoi uomini (Gallard e Taylor) ribadiscono che la Uefa non ha censurato nulla. «I produttori tv di ogni Paese potevano scegliere di far vedere quello che volevano, immagini spiacevoli comprese. E comunque vogliamo rimarcare un fatto importante: non ci sono stati incidenti di rilievo». Dunque, se non è stato Pleasantville è stato qualcosa che molto gli somigliava.
Successo Questo Europeo ha portato più soldi alla Uefa: +5 per cento rispetto al 2004. Soprattutto, ha portato spettacolo. «Germania e Spagna la finale giusta? Nel calcio non c'è giustizia, se ci fosse avrei vinto un Mondiale», scherza Platini. «Però è stato un Europeo con spiccata attitudine al gioco d'attacco. Chi gioca per non perdere, quasi sempre perde». Tutto bello, dunque, e Platini arriva al passo finale con un altro grato pensiero. «Ho invitato Arconada a venire e lui mi ha chiesto se era uno scherzo ». Arconada, il portiere della Spagna battuta dalla Francia nel 1984, sarà in tribuna. Magari spera di riprendersi quello che Platini gli ha tolto vent'anni fa.

Fonte Gazzetta dello sport



Speciale Euro 2008

 24/06/08 - SVIZZERA contro Rosetti 

Avanti

Cerca Notizie





 


Testata Giornalistica  ---  Autorizzazione Tribunale n° 5551 del 29 Gennaio 2007
Direttore Responsabile: Andrea Ganugi