Firenze, Mercoledì 23 Agosto 2017
Viola Planet
ChatViola
Username
Password
Registrati | Entra in Chat
ViolaPlanet.com

Oct 15, 2009 ore 13:42:41
inserita da alessandro latini
Moreno Torricelli è uno dei tanti doppi ex di Juventus-Fiorentina. Adesso sta tentando l'avventura da tecnico con il Figline in Lega Pro («e mi sto trovando molto bene») ma ovviamente seguirà con interesse («ma senza tifare per nessuno») la sfida di sabato. «I viola – ipotizza - andranno a giocarsi la partita ma la Juve deve rifarsi da qualche prestazione negativa: il risultato è aperto a tutte le possibilità». La chiave, secondo l'ex difensore che giocò nella Fiorentina dal 1998 al 2002, sarà la stanchezza di alcuni giocatori. «Molto dipenderà da come rientreranno i tanti giocatori che erano via con le Nazionali, soprattutto quelli che arrivano da oltreoceano». Il fatto che Jovetic e Mutu siano arrivati in anticipo è quindi una buona notizia per i tifosi viola: a proposito, a Torino potranno giocare anche insieme con Gilardino davanti? «Con il modulo che per ora ha messo in campo Prandelli - commenta Torricelli – la Fiorentina ha ottenuto buoni risultati: difficilmente lo cambierà. In assoluto comunque, come caratteristiche, questo tridente è proponibile». Restano le molte difficoltà incontrate fin qui in questa stagione dal rumeno: come si superano? «E' difficile perché tutto quello che gli è capitato nell'ultimo periodo lo distrae un po’ dall’ambito calcistico. L’ambiente deve cercare di mantenerlo tranquillo ma è necessario che anche lui ci metta del suo». E serve anche il lavoro da psicologo di Prandelli: a proposito, da tecnico, Torricelli ruba più i segreti all' allenatore viola o a Ferrara? «Con Ciro – ricorda – ho giocato insieme ed è un amico. Diciamo che per la simpatia voto luima l’esperienza di Prandelli è indubbiamente maggiore». Il “Falegname” si augura che l'arbitro che sarà designato non sia protagonista. «Ultimamente – fa notare – ci sono state molte polemiche ma avendo giocato sia a Torino che a Firenze io non penso esista la sudditanza psicologica, ho sempre creduto alla buona fede dei direttori di gara e continuo a farlo». Chiusura dedicata all’amarcord, con i ricordi più belli degli Juventus- Fiorentina di Torricelli. «Con la maglia bianconera ripenso a quel 3-2 del 1994 con il gol di Del Piero nel finale, mentre del periodo fiorentino la mente ritorna volentieri alla mia prima partita da ex. Era il 1998-99 e al Franchi decise una rete di Batistuta».

Fonte: Il Giornale della Toscana


Rassegna Stampa


Avanti

Cerca Notizie





 


Testata Giornalistica  ---  Autorizzazione Tribunale n° 5551 del 29 Gennaio 2007
Direttore Responsabile: Andrea Ganugi